Il gruppo d studio “ di terra”  nasce con l'intento di far conoscere al più vasto pubblico  e di approfondire lo studio della ceramica di Castelli(TE) con particolare attenzione alle esperienze artistiche e produttive del novecento, per riportare alla luce un periodo storico che ha determinato la rinascita iconografica e plastica nel centro ceramico abruzzese. in particolar modo intende ripartire da questa riappropriazione per promuovere una nuova produzione che sia un omaggio alla memoria, ma anche uno stimolo per nuove e attuali espressioni artistiche che si avvalgono del mezzo ceramico.  Vuole promuovere quindi tutte le iniziative del settore  e collegarsi con le altre manifestazioni che attualmente si svolgono in altri Centri della Ceramica in Italia e all'estero, stimolando l'attuazione di una manifestazione annuale denominata "di Terra" sul territorio locale.  Chiedendo per questo l'adesione, la partecipazione e il contributo a tutti gli Enti pubblici e privati, alle Banche , alle Fondazioni e alle Associazioni senza scopo di lucro, ma con il solo scopo della conoscenza del patrimonio artistico ceramico abruzzese in particolare di Castelli (TE).

  Oggi la ceramica è diventata  un mezzo espressivo non più relegato nel mondo delle arti minori o applicate  e  pur conservando per  taluni aspetti un suo carattere artigianale collegato alla quotidianità domestica che lo rende più affine ai bisogni primari dell'uomo, si avvia sempre di più ad essere inserito nell'olimpo delle arti creative . Quindi  in un' ottica  contemporanea di arte totale, dove tutte le espressioni artistiche ormai gareggiano senza più distinzioni tra arti maggiori e arti minori, l'Associazione si pone anche  lo scopo di far incontrare diverse espressioni d’arte, creando un clima sinergetico in cui è possibile passare dalla rappresentazione teatrale , alla fotografia,  al gruppo musicale, alla lettura di poesie e a tutto ciò che concorre a rilanciare l'aura di un luogo.

La prima iniziativa del gruppo di terra è la vendita di un piatto a forma di cuore il cui ricavato viene devoluto alla Pro loco del paese per dare un piccolo aiuto a seguito dei tragici eventi che hanno colpito l’Abruzzo nel gennaio 2017.