MIO PADRE

Mio padre Francesco nasce a Castelli nel 1937 e fin dall’infanzia frequenta la bottega di mio nonno che abile torniante realizza oggetti per altri artigiani specializzati nella pittura. Dal 1951 al 1955 frequenta la scuola d’arte di Castelli “Francesco Grue “che proprio in quegli anni conosce un momento di grande rinnovamento artistico grazie al lavoro di artisti come  Mattucci, Visani Baitello, Saturni e Tramonti che come insegnanti e direttori dell’Istituto d’arte sanno trasmettere ai loro alunni le nuove correnti culturali e arrivare a realizzare in cooperazione con loro un’opera di notevole valore che si chiama il “Terzo cielo“ , tale opera composta da mattoni in ceramica che si ispirano ai mattoni dell’antica chiesetta di San Donato dal soffitto maiolicato proponendo nuovi decori, fu premiata con diploma d’onore alla IX triennale di Milano del 1954.

Dal 14 al 29 Settembre del 1957, partecipa  alla Mostra Nazionale di Ceramica e Lavori in Metallo , presentando  cinque pezzi al III Premio di Gubbio “Mastro Giorgio” che si svolge nel Palazzo Ducale del centro ceramico eugubino. La manifestazione si sviluppa in diversi settori e Francesco Mercante partecipa per il settore della Ceramica Artistica che quell’anno si distingue dall’Artigianato Artistico. La manifestazione  sottolineò  che  ci si avviava verso una valutazione di valorizzazione dell’opera  ceramica che da oggetto d’uso diventava un piccolo capolavoro artistico, spostando così l’attenzione  dello spettatore  dal contenitore al contenuto.  Le  opere dal titolo sintomatico : “Gatto Soprammobile” , “Figura Soprammobile” rappresentano la lezione dei maestri ceramisti Serafino  Mattucci e  Arrigo Visani   di cui Francesco Mercante era stato allievo.

 

Nell’opera “ Gatto Soprammobile” è particolarmente evidente la lezione mattucciana sia nella plastica che nella decorazione

Dagli anni 60 comincia l’attività di insegnante di educazione artistica e contemporaneamente , sulla base dei  suoi disegni, si realizzano  nella bottega di mio nonno oggetti originali e di successo. A fine anni 80 la bottega di Castelli finisce la sua attività ma la capacità pittorica di mio padre continua ad esprimersi  creando ancora oggi pezzi di notevole interesse.

Raccolta di alcuni suoi disegni e le foto delle sue realizzazioni in 65 anni di appassionato lavoro.

Realizzazioni anni 60